Differenze di memoria


Di aspetti mutati dall'avvento dell'informazione digitale ce ne sono tanti, ma quello di cui voglio parlare oggi riguarda la gestione della memoria. Non voglio andare troppo lontano nel tempo, parliamo degli anni 90, i mezzi per memorizzare le nostre gesta si limitavano alle macchine fotografiche e alle telecamere analogiche, solo che le une venivano usate quasi solo in gita, in chiesa e ai compleanni, le altre pure.

A parte le situazioni citate, sarebbe stato impensabile memorizzare altri avvenimenti. Memorizzare, oggi riprendiamo tutto, sempre, ma a quale prezzo? La ripresa e parlo per esperienza, ci fa perdere completamente l'avvenimento ripreso, sia che si tratti di un compleanno che di una partita di tennis, noi scambiamo la possibilità di riguardare infinite volte surrogati di realtà con l'esperienza di vivere intensamente un'esperienza una sola volta.

Possiedo ore di film e migliaia di foto che ho ripreso personalmente e delle quali ho vissuto un'esperienza castrata dall'obbiettivo e che non provo piacere a riguardare, perché mi sono comunque perso l'originale, mentre ricordo ancora alcune situazioni lontanissime nel tempo, ma vissute così intensamente che non scambierei mai con le loro registrazioni, mentre altre non le ricordo, ma forse non erano importanti.

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

Share this: