Meno carta, più informazione

Lasciamo i ragazzi leggere sui cellulari, purché leggano!


Siamo nel 2008, ci dobbiamo rassegnare all'evidenza che i ragazzi si allontanano sempre di più dalla lettura. A mio modo di vedere questa tendenza può essere combattuta soltanto intensificando l'utilizzo di mezzi di diffusione culturale più moderni del semplice libro. Dopotutto è sotto gli occhi di tutti che i giovanissimi comunicano, si informano, studiano.... attraverso il cellulare o il computer, proprio perché sono gli strumenti della loro generazione. Il problema principale è che l'offerta di contenuti per questi mezzi di comunicazione è di bassissimo livello, suonerie, giochini, barzellette ecc.. Inoltre molte persone ritengono che la magia di sfogliare le pagine di carta non debba essere persa. Ma chi ha detto questo?

Se l'ostacolare la tecnologia significa far si che i lettori che sfogliano "magicamente" i libri saranno sempre di meno e sempre più snob, io preferisco che aumentino i lettori, che magari si leggono un bel libro tramite il cellulare durante il percorso in metropolitana. La soluzione è mettere a disposizione dell'utente sia il formato cartaceo che quello digitale. Qualche casa editrice lo fa già ora, ma è troppo poco, serve un'inversione di tendenza. Il mezzo è irrilevante, la diffusione della lettura è rilevante.

Non è questo il post in cui spiegherò gli innumerevoli vantaggi tecnici dei testi digitali, ma mi voglio soffermare sull'aspetto cartaceo: I puristi della lettura cartacea non tengono mai in considerazione che la maggior parte dei documenti di carta in circolazione sono pubblicitari; quanti di voi non hanno la cassetta della posta piena di volantini dei supermercati? Perché i cosiddetti "manager pubblicitari" non realizzano che si può risparmiare tempo e denaro investendo nella diffusione pubblicitaria elettronica.

La tecnologia già esiste, basta andare in un museo per poter usufruire di un palmare che tramite un collegamento senza senza fili individua l'opera che gli sta davanti e ne presenta la descrizione. I supermercati potrebbero diffondere a chi lo desidera il proprio volantino tramite innumerevoli tipi di connessione wireless direttamente sul telefonino o pc; e non mi dite che questo sia più fastidioso che ricevere nella cassetta una tonnellata di volantini, pensate alla carta risparmiata.

Il mio lavoro da 12 anni è quello di trasferire le informazioni stampate su supporti digitali, quindi ho potuto vedere i passi da gigante fatti per la realizzazione delle prime "Biblioteche Digitali"; nei prossimi post cercherò di analizzare il fenomeno parlando di tutti gli strumenti multimediali che lo interessano.

Licenza Creative Commons

Share this: